palermo e le architetture arabo normanne, cefalù, monreale

Week end lungo a Palermo, l’affascinante architettura arabo normanna della città, il mercato di Ballarò. Cefalù col suo splendido duomo e Monreale. Cinisi, con la casa dei 100 passi. Bagno a Scopello e tonnara restaurata. La riserva dello zingaro.

21-25 giugno 2012

1° giorno

Parto con l’aereo da Bologna. Da Punta Raisi a Piraineto in metro. Dal paese all’albergo per fortuna mi accompagna una signora tedesca a cui chiedo informazioni.
Cena a Carini, giro nel paese e, da fuori, al famigerato castello dove pare si aggiri ancora il fantasma della povera contessa trucidata dal padre.

2° giorno

Oggi sono da sola, prendo il treno e vado a Cefalù (uno de “I borghi più belli d’Italia”). Le acacie sono fiorite, come in Africa. Passo da Capaci. Mare e montagne rocciose. Meraviglia e purtroppo inferno.
A Cefalù salgo verso il paese, bello, pulito, con bei negozi. Appare enorme il duomo. Doppio campanile come nell’architettura nordica, di influenza normanna. Decisamente hanno vinto i cristiani, però si sono tenuti il meglio, degli artisti, delle maestranze musulmane. Immenso Cristo Pantocratore.

Duomo di Cefalù

Duomo di Cefalù

Duomo di Cefalù, Cristo Pantocratore

Duomo di Cefalù, Cristo Pantocratore

Notevole il chiostro, anche se ne rimane solo una parte. Lavatoio medievale. Vie strette che vanno diritte verso il mare. Mangio un panino in un posto bellissimo, tra le rocce.

scogli a Cefalù

scogli a Cefalù

Case sulla spiaggia, barchette ormeggiate.

3° giorno

Palermo. Alcune zone della città sono ancora distrutte dai bombardamenti. Mercato di Ballarò, è uno spettacolo, sembra un po’ un mercato arabo, i commercianti urlano, pochi turisti, tanto pesce, frutta e verdura.

mercato di Ballarò, lumache

mercato di Ballarò

palermo

Palermo

San Cataldo. Fantastica, cupole rosse, che pare siano frutto di un restauro sbagliato ma che ci stanno meravigliosamente, architettura arabo-normanna, davvero un misto tra una piccola moschea cesellata e traforata e una severa chiesa romanica del nord Europa.

"<yoastmark

"<yoastmark

San Giovanni degli Eremiti. Anche questa chiesa è dello stesso stile, con 5 tonde cupole rosse. Chiostro e giardino che con le sue piante lussureggianti ci vuol far pensare al Paradiso.

San Giovanni degli Eremiti

San Giovanni degli Eremiti

Cattedrale. Bellissima fuori, più deludente dentro.

Palazzo dei Normanni. Anche qua l’architettura arabo normanna è per me la più bella, con la favolosa cappella Palatina coi suoi mosaici d’oro, i soffitti lignei che sembrano stalattiti (le arabe muquarnas) e il Cristo Pantocratore.

Cappella Palatina al Palazzo dei Normanni, Cristo Pantocratore

Cappella Palatina

Ancora due architetture arabe, la Cubula, resto di un antico parco, ora dimenticata in mezzo alle erbacce tra i palazzi e, al volo, la Zisa (ʿAzīza, ovvero “la splendida”), che meriterebbe più tempo, antico palazzo di cui resta intatta solo qualche stanza e si è in gran parte perso il favoloso giardino.

La Cubula

La Cubula

Molto bella una puntata di Passepartout sulla Palermo araba “Palermo o l’Europa di una volta” del 29/09/2013.

chiostro di Monreale, colonna

chiostro di Monreale

Abside del Duomo di Monreale

Abside del Duomo di Monreale

L’abside, l’immenso rivestimento musivo dell’interno e il chiostro sono splendidi. E’ una commistione unica al mondo, universi che si incontrano, come non è capitato, e non capita spesso…

Cena a Trapesimi, belli i piccoli faraglioni.

Cinisi. Casa di Peppino Impastato, proprio a cento passi casa confiscata alla mafia.

4° giorno

Oggi mare. Forse uno dei miei più bei mari. Scopello, con la sua tonnara, i faraglioni e l’acqua cristallina. Bagno. Il periodo di giugno rende questo posto perfetto, probabilmente col sovraffollamento di agosto non lo sarà altrettanto.
Ci infiliamo nella tonnara, restaurata meravigliosamente, mantenendo la semplicità un po’ spartana che deve avere, e scopriamo poi che il posto è chiuso al pubblico e si può visitare solo soggiornandovi. Prima o poi…
http://www.tonnaradiscopello.com/tuna-fishery-in-sicily.html

Tonnara di Scopello

Tonnara di Scopello

il mare e i faraglioni di Scopello

scopello

Riserva dello zingaro. Il giro merita una giornata intera, per percorrere i sentieri immersi nella macchia mediterranea, per raggiungere le calette appartate. Trent’anni fa un gruppo di siciliani si sono battuti per non trasformare questo Paradiso in una strada.

sentiero alla riserva dello zingaro

la riserva dello zingaro

Posti meravigliosi e tanta immondizia ovunque. Abitanti esasperati dai continui problemi nella raccolta dei rifiuti.
Cena sulla spiaggia davanti a Isola delle femmine. Ci sono gli europei, Italia- Inghilterra.

Ultimo giorno
In albergo, prima della partenza, piscina tutta per me.


Se ti è piaciuto l’articolo per favore condividilo con i tuoi amici! Grazie!
If you like my article please share it with your friends! Help me to improve my jobs. Thanks!